Tutela e salvaguardia delle nostre acque

Petizione popolare e raccolta firme contro: la realizzazione delle vasche sitaf, l’immissione di acqua da condotte Iren nel canale di Maria Bona e tutela captazioni boscocedrino dell’acquedotto comunale.

Per rendere noto a tutti i Giaglionesi questioni che avremmo voluto condivise con tutti loro dall’Amministrazione Comunale e che riteniamo sia tutt’altro che tale nonostante le dichiarazioni più volte ribadite di democrazia partecipata e di democrazia dal basso.

Con delibere di giunta ed in cambio di risibili compensazioni si rischia di compromettere un equilibrio ambientale che perdura da secoli, il gorgoglìo dello scorrere a valle dell’acqua del canale di Maria Bona che continua a dispensare fertilità e vita, la perdita totale della sorgente che alimenta le fontane delle borgate alte di S. Antonio, S. Anna e S. Rocco.

Sommato a quanto sopra il rischio della perdita totale delle captazioni dell’acquedotto comunale di Boscocedrino nell’eventuale scavo del tunnel geognostico della Maddalena.

Nella frazione di S. Antonio, direttamente sulle sorgenti delle fontane di borgata e dietro le abitazioni si sta realizzando la costruzione di un vascone per l’impianto antincendio delle gallerie Sitaf dell’autostrada del Frejus.

Perché una petizione contro la realizzazione delle vasche Sitaf:

  • Perché l’amministrazione avrebbe dovuto indirizzare la Sitaf sui due altri possibili siti.
  • Perché non possiamo correre il minimo rischio di perdere le sorgenti che alimentano le fontane pubbliche e private.
  • Perché non ha senso utilizzare l’acqua dell’acquedotto comunale per il riempimento di tali vasche.
  • Perché un vascone di 440 mt3 50 mt a monte delle abitazione è estremamente pericoloso.

L’IREN S.P.A. a seguito dei già pesanti interventi ralizzati sul territorio comunale ha ottenuto il consenso dell’amministrazione per scaricare nel canale storico di Maria Bona a monte dell’abitato e di tutte le captazioni irrigue.

Perché una petizione contro contro l’immissione di acque da condotta IREN:

  • Perché per i Giaglionesi il canale di Maria Bona non è un banale canale irriguo ma storico e di grande valenza ambientale per tutto il territorio comunale.
  • Perché non vogliamo che venga modificata la naturale destinazione irrigua, ambientale, storica e turistica facendolo diventare un canale di sfogo industriale di un bacino artificiale.
  • Perché non possiamo correre il minimo rischio di ritrovarci nita, fanghi o acqua clorata negli orti, nelle coltivazioni e nei prati.
  • Perché solo il fatto che tale acqua debba essere trattata e clorata svela la vera entità del pericolo.
  • Perché non possiamo avere un canale utilizzabile solo a discrezione dell’IREN, quindi consultare avvisi o divieti del comune nell’utilizzo delle captazioni.
  • Perché non vogliamo correre il rischio di allagare il paese per attraversamenti del canale non conformi a tali masse di acqua.

I progetti presentati rivelano che il tunnel geognostico della Maddalena interverrà direttamente sulle captazioni dell’acquedotto comunale di Boscocedrino.

Perché una petizione a tutela dell’acquedotto comunale:

  • In primis per sensibilizzare l’amministrazione comunale, vista la leggerezza dei provvedimenti e le azioni intraprese sulle acque.
  • Perché se proseguiranno i lavori del tunnel geognostico della Maddalena è chiaramente dichiarata la perdita totale delle captazioni di boscocedrino, principale risorsa dell’acquedotto comunale.
  • Perché di questo passo corriamo il rischio di ritornare alla soglia del 1400 quando non esisteva il canale di Maria Bona senza però aver preservato neanche le sorgenti di borgata.

Quindi nasce dalla popolazione un comitato spontaneo per la Tutela e salvaguardia delle nostre acque con l’intento di informare e sensibilizzare la popolazione su scelte che la condizioneranno nel futuro e che invece rischiano di passare in secondo piano.

Category(s): Petizioni
Tags: , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Refresh